Bando ‘Turismo e Attrattività. Terminato il plafond, stop alle domande

Bando ‘Turismo e Attrattività. Terminato il plafond, stop alle domande

Con riferimento al Bando “Turismo e Attrattività” promosso da Regione Lombardia, informiamo che è terminato il plafond aggiuntivo di 1,6 milioni di euro destinato a finanziare ulteriori richieste di contributo da inserire nella lista d'attesa. Nel complesso, tra plafond iniziale (32 milioni) e lista d'attesa (1,6 milioni) sono state presentate più di 1200 domande.
Il nucleo di valutazione ha già iniziato ad esaminare le domande presentate. 
 ----------------------------------------------------------

Da Regione Lombardia arriva una straordinaria opportunità per le imprese mantovane che operano nel settore turistico. Strutture ricettive, compresi i b&b, e pubblici esercizi potranno infatti beneficiare del Bando “Turismo e Attrattività” che prevede contributi a fondo perduto a copertura del 40% delle spese sostenute, a fronte di un investimento minimo ammissibile di 20.000 euro. Due i servizi a supporto delle imprese associate messi in campo da Confcommercio Mantova: l’assistenza nella presentazione delle domande di contributo e prodotti finanziari a tassi concorrenziali per dare alle imprese ammesse a contributo la liquidità necessaria a sostenere gli interventi presentati nella domanda.

 

DETTAGLI DEL BANDO

Regione Lombardia ha pubblicato il nuovo Bando regionale Turismo e Attrattività”, con una dotazione complessiva di 32 milioni di euro per sostenere la riqualificazione delle imprese lombarde del turismo.

Il Bando (clicca qui per la presentazione dettagliata) è rivolto a imprese dei settori:

  • alberghi, residence, foresterie, locande, CAV, ostelli, rifugi, campeggi, villaggi turistici – Ateco 55
  • ristoranti, bar, gelaterie e pasticcerie (anche ambulanti) Ateco 56

Per quanto riguarda le attività turistiche gestite in forma non imprenditoriale, potranno partecipare al bando anche i bed&breakfast.

L’agevolazione consisterà in contributi a fondo perduto a copertura del 40% delle spese sostenute (massimo 40.000 euro a progetto,  15.000 per i b&b) a fronte di un investimento minimo ammissibile di 20.000 euro.

Dato che il contributo assegnato sarà erogato da Regione solo al termine degli investimenti, Confcommercio Mantova affianca al bando prodotti vantaggiosi a tassi concorrenziali che permetteranno alle attività ammesse a contributo di avere a disposizione la liquidità necessaria per realizzare i progetti presentati.

I progetti di riqualificazione/ristrutturazione dovranno essere in linea con i seguenti macro-temi: enogastronomia, fashion & design, business congressi & incentive, natura & green, sport & turismo attivo, terme & benessere.

Le spese ammissibili – sostenute solo dopo la presentazione della domanda – potranno riguardare: arredi, impianti, macchinari e attrezzature; acquisto di hardware e software; opere edili-murarie e impiantistiche; progettazione e direzione lavori (max 8% delle spese).

La valutazione dei progetti prevede, come richiesto da Confcommercio Lombardia, premialità per imprese che operano nell’ambito dei Distretti del Commercio riconosciuti da Regione Lombardia e/o che partecipano a contratti di rete (o consorzi).

Le domande di contributo potranno essere presentate a partire dalle ore 12.00 di lunedì 15 maggio 2017 e fino ad esaurimento risorse.  

L’AREA CONTRIBUTI di Confcommercio Mantova  è a disposizione degli Associati fornire  per informazioni e assistenza nella presentazione delle pratiche  (T. 0376 231216 – contributi@confcommerciomantova.it)

 

IL COMMENTO DI CONFCOMMERCIO MANTOVA

 “Si tratta di un’opportunità unica per le imprese, un driver straordinario per un asset strategico come il turismo e che rende ancora più vicino il traguardo della Lombardia come prima regione turistica d‘Italia, con importanti ricadute anche per il nostro territorio” – dichiara il Direttore Nicola Dal Dosso. "Un plauso va all'Assessorato regionale allo Sviluppo Economico guidato da Mauro Parolini per questo bando che consentirà ad alberghi, ristoranti, bar, residence, b&b e altre strutture ricettive di realizzare investimenti per migliorare l’accoglienza e l’ospitalità potendo contare su un rilevante contributo a fondo perduto fino al 40%, sino a un massimo di 40mila euro a impresa. Il ruolo del turismo nell’economia lombarda è sempre più rilevante: oltre 55mila le imprese con 240mila addetti e un fatturato che supera i 10 miliardi annui. Tra il 2014 e il 2016 il numero di imprese attive ha registrato aumenti significativi (+ 11% nel settore alberghiero, +32% nell’extra alberghiero e + 2,6% nella ristorazione) e lo scorso anno gli arrivi sono aumentati del 3,4% rispetto al 2015, anno di Expo. Segno che il gioco di squadra virtuoso tra imprese del settore, associazioni, istituzioni, il sistema camerale e tutti i soggetti privati e pubblici che si occupano di promuovere la Lombardia come destinazione turistica sta funzionando. In questo quadro positivo, Mantova ha giocato un ruolo importante grazie all’esperienza di Capitale della Cultura del 2016, che va capitalizzata anche investendo sul potenziamento dell’accoglienza e dell’ospitalità. Per questo confidiamo che le imprese mantovane non si lascino sfuggire questa opportunità: i nostri uffici sono già al lavoro per essere pronti ad assisterle nella presentazione delle domande, che si apriranno il 2 maggio”.