Successo per il party ispirato a Mirò dei Giovani Imprenditori di Confcommercio Mantova

Successo per il party ispirato a Mirò dei Giovani Imprenditori di Confcommercio Mantova

Il Consiglio Direttivo dei Giovani Imprenditori di Confcommercio Mantova
davanti alla speciale torta omaggio a Mirò e ai 70 anni dell’Associazione

Successo per il party dei Giovani Imprenditori di Confcommercio Mantova: in più di cinquanta hanno partecipato all’evento promosso venerdì 20 febbraio a Palazzo Te, con la visita alla mostra di Mirò accompagnati dalle Guide Turistiche Rigoletto e il brindisi con la grande torta ispirata all’artista catalano.
L’appuntamento inaugura il programma di eventi con cui l’Associazione di via Valsesia intende festeggiare un traguardo importante: i settant’anni della fondazione di Confcommercio.
Il Presidente dei Giovani Imprenditori Giovanni Foglia ha anche annunciato le iniziative a cui il gruppo sta lavorando per i prossimi mesi: dal commercio on line ai servizi per le start up, sino all’etica dell’imprenditorialità.

image1image7

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’intervento di Giovanni Foglia, Presidente dei Giovani Imprenditori di Confcommercio Mantova

Benvenuti a questa serata, decisamente diversa dal solito, che abbiamo voluto organizzare per ritrovarci e stare insieme, ma anche per rendere omaggio a uno degli eventi culturali più importanti per Mantova negli ultimi anni, la mostra di Mirò.
Spero che la possibilità di “immergerci” per una sera nel mondo onirico e surreale di questo grande artista, uno dei più significativi del Novecento, e in una cornice straordinaria come Palazzo Te, possa essere uno stimolo alla nostra creatività e immaginazione, sempre più indispensabile al giorno d’oggi anche per condurre un’impresa.
Permettetemi innanzitutto di fare alcuni ringraziamenti: a partire da Confcommercio, la nostra associazione, rappresentata stasera da Matteo Grossi, componente della Giunta e past president dei Giovani Imprenditori. E poi gli sponsor: Daniele Gotti di NUR ed Enrico Cotroneo dell’azienda Enrico Limousine, nostri associati e compagni di avventura nel gruppo dei Giovani Imprenditori, che ci hanno sostenuto nella realizzazione di questa iniziativa.
Grazie anche alla vicepresidente Laura Sargentini, che si è molto spesa per l’organizzazione di questa serata, e all’associazione Guide Turistiche Rigoletto, sempre aderenti a Confcommercio Mantova, che ci hanno guidato alla scoperta della mostra, consentendoci di apprezzarla al meglio.
Un caloroso saluto e un ringraziamento anche ai rappresentanti di Apindustria, Confindustria e Confagricoltura, che hanno raccolto il nostro invito e questa sera hanno voluto essere qui con noi: vi ringraziamo di cuore per la vostra partecipazione, nell’ottica di un percorso di dialogo e collaborazione che ci vede vicini già oggi nel Forum dei Giovani Imprenditori di Camera di Commercio e che confidiamo si rafforzerà sempre più in futuro.
Questa serata ha un significato particolare: è infatti il primo di un programma di eventi con cui Confcommercio intende celebrare i 70 anni della sua fondazione. Un anniversario importante, che testimonia la solidità della nostra associazione, e che sarà un’occasione importante per richiamare l’attenzione dei cittadini, degli associati e dell’intero mondo imprenditoriale sull’impegno dell’organizzazione per lo sviluppo e il progresso della nostra città e per l’affermazione di una rinnovata cultura dell’imprenditorialità, improntata sul valore della legalità, sulle buone pratiche, sulla relazionalità, sul dialogo.
Un impegno a cui anche il gruppo di cui faccio parte da più di dieci anni, e che ho l’onore di presiedere dal 2013, ha dato il suo contributo. Cito solo alcune delle iniziative che abbiamo organizzato nell’ultimo anno: gli happy hour finanziari con il consorzio di garanzia Fiditer, gli eventi in campo informatico come il seminario sul phishing o il workshop allo Smau di Laura Sargentini, l’adesione a Ethics Expo.
Appuntamenti che riflettono i talenti e le professionalità che sono presenti nel nostro gruppo, tra i nostri imprenditori: il marketing, la comunicazione, le tecnologie dell’informazione, la finanza, solo per citarne alcuni.
Si tratta di expertise che ognuno dei componenti mette a disposizione del gruppo, e da cui nascono idee e progetti di cui ognuno di noi può beneficiare: e proprio il saper fare squadra, creare sinergie tra imprenditori è la via che da più parti viene indicata come una strategia intelligente per presentarsi sul mercato con proposte nuove e competitive.
Questa è la strada su cui vogliamo proseguire anche per il 2015, sempre lavorando sui temi che ci stanno più a cuore, come il sostegno alle start up, le opportunità di business offerte dal web, la formazione e, appunto, la sinergia tra imprese.
Una sfida in cui l’associazione ci dà un aiuto fondamentale: mi preme ricordare che in Confcommercio c’è una struttura di uffici e servizi a disposizione delle nostre imprese, in grado di dare un’assistenza qualificata alle imprese in tutti i settori, dal lavoro alla finanza, dai contributi pubblici alla formazione e tutto quanto può servirci nella nostra attività quotidiana. Un patrimonio di competenze di cui soprattutto i giovani imprenditori possono avvantaggiarsi, e proprio per questo vi invito a sfruttare maggiormente le opportunità offerte da Confcommercio e a partecipare ai tanti appuntamenti che vengono proposti.
Proprio martedì, ad esempio, abbiamo parlato con autorevoli esperti del Jobs Act: è stata un’occasione molto utile per approfondire con degli esperti un argomento che avrà ricadute significative sulla nostra attività e che troppo spesso viene affrontato solo su un piano ideologico.
L’invito a partecipare a tutte le iniziative di Confcommercio lo rivolgo anche agli imprenditori senior: mandate avanti i giovani che avete in azienda, spronateli ad affacciarsi al mondo esterno, ad essere curiosi. E mi riferisco non solo ai vostri figli, a cui passerete un giorno il testimone, ma anche ai vostri collaboratori, altrettanto preziosi per il successo delle nostre attività.
Perché il futuro delle nostre imprese non si costruisce nell’isolamento, ma nelle relazioni e nelle opportunità che ne possono derivare. E le relazioni vanno coltivate, con appuntamenti come quelli di stasera ma anche nella quotidianità, nelle attività più tecniche e meno ludiche.
E ovviamente vi aspettiamo agli appuntamenti che abbiamo in programma per il 2015: a partire da da un progetto mirato per le start up che coinvolge tutti i servizi offerti dall’associazione, dall’espletamento delle pratiche burocratiche ai bandi per i contributi, sino all’accesso al credito.
Poi stiamo lavorando ad un percorso sul commercio elettronico, sfruttando le professionalità nel campo del marketing, della comunicazione, delle nuove tecnologie presenti nel nostro gruppo.
E senza trascurare anche riflessioni di più ampio respiro, come quelle in cui ci sta guidando Daniele Gotti nel campo dell’etica dell’imprenditorialità, come il corso molto interessante con il professor Robbiati. E’ un tema, quello dell’etica, per noi molto importante perchè siamo convinti che, soprattutto in tempi difficili come questi che stiamo vivendo, non si possa prescindere dall’equilibrio tra ricerca del profitto e tutela della socialità e del bene comune.
Concludo questo mio intervento ringraziandovi nuovamente per la vostra partecipazione, con la speranza di rivedervi presto alle nostre prossime iniziative o incontrandoci in associazione.