"Aiuto la Spesa" al via dopo la presentazione ufficiale

"Aiuto la Spesa" al via dopo la presentazione ufficiale

Mantova_AiutoLaSpesa2

 

Sino a 500 euro di buoni spesa per l’acquisto di beni di prima necessità: è il contributo messo a disposizione dei lavoratori in cassa integrazione in deroga dall’Ente Bilaterale Mantovano, l’organismo che si occupa della formazione degli addetti delle imprese del commercio, del turismo e dei servizi costituito da Confcommercio Mantova e dai sindacati FILCAMS-CGIL, FISASCAT-CISL e UILTUCS-UIL.
“Aiuto la Spesa”, questo il nome dell’iniziativa di sostegno al reddito, stanzia un contributo complessivo di 50mila euro per i dipendenti delle aziende aderenti da almeno un anno all’Ente Bilaterale Mantovano che usufruiscono della cassa integrazione in deroga per almeno la metà delle ore lavorabili.
A questi lavoratori potrà essere erogato un carnet mensile da cento euro, suddiviso in dieci buoni del valore di 10 euro ciascuno, fino a un massimo di cinque mesi.
Cinquecento euro di integrazione al reddito dunque, che i lavoratori potranno spendere in una rete di esercizi commerciali convenzionati a Confcommercio Mantova su tutto il territorio provinciale e in diversi settori: alimentare, abbigliamento e calzature, asili nido, distributori di carburanti, farmacie e parafarmacie, sanitarie, ottici e cartolibrerie.
“Siamo fieri di essere vicino ai nostri lavoratori e alle imprese che, soprattutto nel settore del commercio, sono principalmente piccole realtà familiari – ha sottolineato il presidente dell’Ente Bilaterale Mantovano Marco Sartorello alla conferenza stampa di presentazione svoltasi lo lunedi 14 luglio presso la sede di Confcommercio Mantova  –. In molti sono stati duramente colpiti dalla crisi e questa iniziativa vuole essere un segnale concreto di sostegno rivolto a loro”.
“In questi anno abbiamo assistito a un calo costante del reddito dei lavoratori, che si è tradotto in un crollo dei consumi e che va di pari passo alla difficoltà di un reddito certo per gli imprenditori, che in questo senso sono da sempre dei precari – ha spiegato il direttore di Confcommercio Mantova Nicola Dal Dosso -. Le aziende nostre associate stanno dimostrando grande interesse e sensibilità verso questa iniziativa, con già trenta negozi a Mantova e in provincia che hanno aderito alla rete in cui sarà possibile utilizzare i buoni spesa, e siamo sicuri che molti altri esercizi si uniranno nelle prossime settimane”.
“Questa iniziativa avrà un riflesso importante su molti lavoratori – ha aggiunto Giovanni Cirelli di Uiltucs Uil, vicepresidente dell’Ente Bilaterale Mantovano -; il contratto collettivo del commercio è infatti quello maggiormente applicato nel Paese ed è molto diffuso anche nella nostra provincia”.
“La cassa integrazione in deroga è letteralmente esplosa in questi anni – ha sottolineato Daniele Soffiati di Filcams Cgil -. Si tratta però di un ammortizzatore che ha dei tempi di erogazione molto lunghi, al contrario di questi buoni spesa, che invece saranno immediatamente spendibili”.
“Questi 500 euro saranno una boccata d’ossigeno per molte famiglie – ha concluso Daniele Grieco di Fisascat Cisl – e anche le imprese mantovane che aderiranno all’iniziativa potranno beneficiare di questa misura. Ora attendiamo di valutarne gli effetti ma per l’Ente Bilaterale era importante mettere un contributo concreto a disposizione dei lavoratori”.

 

BANNER aiuto alla spesa

 

Come ottenere i buoni spesa?
Per usufruire dell’iniziativa, che ha validità a partire dal primo gennaio 2014 sino al 30 aprile 2015, il lavoratore dovrà rivolgersi direttamente all’Ente Bilaterale Mantovano.
Già adesso chi si trova in cassa integrazione in deroga per almeno il 50% delle ore lavorabili, può chiedere il contributo a partire dal 1° gennaio: le richieste relative al primo semestre 2014 dovranno pervenire entro il 30 settembre 2014.
Successivamente le richieste di contributo relative al trimestre luglio/settembre 2014 dovranno essere presentate entro il 15 novembre, mentre per quelle del periodo ottobre/dicembre la scadenza è il 15 febbraio 2015.
Per ogni mensilità verrà riconosciuto un carnet di buoni spesa del valore di 100 euro, fino a un massimo di 5 richieste nell’anno, pari dunque a 500 euro complessivi e con un limite massimo di 300 euro per ciascun semestre.
L’Ente Bilaterale Mantovano verificherà poi i requisiti, ovvero la regolarità contributiva di almeno un anno nei confronti dell’Ente Bilaterale Mantovano dell’azienda presso cui è impiegato il lavoratore e l’effettivo stato di cassa integrazione in deroga (documentabile dal lavoratore attraverso le buste paga ed eventualmente il verbale dell’accordo di cassa integrazione).
Una volta accertata l’idoneità, al lavoratore verrà consegnato il carnet di 10 ticket del valore complessivo di 100 euro e l’elenco delle attività e dei negozi convenzionati in cui utilizzarli, che si arricchisce continuamente di nuove adesioni e che è consultabile sui siti web www.confcommerciomantova.it e www.ebmant.it.

Come aderire alla rete delle attività convenzionate?
Possono aderire all’iniziativa gli esercenti appartenenti alle seguenti categorie: dettaglio alimentari, dettaglio abbigliamento, asili nido, distributori di carburanti, farmacie e parafarmacie, sanitarie, dettaglio ottici, cartolibrerie.
E’ sufficiente sottoscrivere la convenzione con Confcommercio Mantova scaricabile on line dai siti web www.confcommerciomantova.it e www.ebmant.it.

Contatti:
Ente Bilaterale Mantovano
Via Londra, 2 Porto Mantovano – Tel. 0376 392944; info@ebmant.it; www.ebmant.it
Confcommercio Mantova
Via Valsesia, 46 Mantova – Tel. 0376 231210; cbottacini@sviluppomantova.it; www.confcommerciomantova.it