Elena Pinzetta è la nuova presidente di Federpreziosi Mantova

Elena Pinzetta è la nuova presidente di Federpreziosi Mantova

Nuovo corso per Federpreziosi Mantova, la categoria di Confcommercio che rappresenta e tutela le imprese orafe, gioielliere, argentiere ed orologiaie mantovane. Lunedì scorso è stata eletta la nuova presidente dell’associazione: si tratta di Elena Pinzetta, che guiderà la categoria per i prossimi 5 anni. Al suo fianco i consiglieri Jacopo Savioli (Vice Presidente) della Gioielleria Savioli di Roverbella; Pier Mario Azzali, presidente uscente, proprietario della gioielleria Azzali 1881 di Mantova; Stefano Longhi, della gioielleria Longhi di Sustinente; Luca Testoni Campedelli, titolare della gioielleria Bertolini di Mantova.

Pinzetta, proprietaria della gioielleria Inventiodesign di Sustinente, si è diplomata all'istituto d'arte di Mantova e successivamente ha intrapreso gli studi in  architettura e design di gioielleria a Firenze. Ha lavorato ad Arezzo, Vicenza e Valenza come designer collaborando con prestigiose aziende orafe italiane quali Difulco gioielli e Vezzaro creando collezioni esclusive ed esponendo  le proprie creazioni alle principali fiere del settore come Vicenzaoro e Oroarezzo.

Nel  1998 la svolta creativa nella vita professionale della neopresidente: “Dopo anni di collaborazioni ed esperienze dirette con aziende produttrici orafe ho deciso di aprire un mio particolare laboratorio a Sustinente, dove disegno ed elaboro modelli di gioielli, partendo dall’idea del cliente fino alla loro realizzazione avvalendomi dell’aiuto di collaboratori esperti”.

“In qualità di presidente ascolterò le esigenze di chi, come me, svolge questo bellissimo ma impegnativo lavoro. Dobbiamo creare una rete tra gli operatori e fare squadra, per valorizzare l’identità e la professionalità del gioielliere, oggi spesso confusa con altri attori della filiera del gioiello. Amo moltissimo la mia città e il mio lavoro: per questo sto pensando ad un evento di richiamo che coinvolga gli orafi e i gioiellieri mantovani, e che metta l’attenzione sulle eccellenze che ci sono sul nostro territorio. Abbiamo gioiellerie di altissimo livello che vantano una storicità e un prestigio non replicabili, ai quali va tutta la mia ammirazione” conclude la neopresidente.

“Se è vero che la crisi e la contrazione dei consumi hanno colpito anche il nostro settore – ha commentato il presidente uscente Azzali - è altrettanto vero che i nostri operatori hanno saputo resistere facendo leva sulla loro tenacia e capacità imprenditoriale.  Nel mantovano non si sono registrate chiusure di imprese  nel nostro settore, anzi, nei casi più felici  abbiamo assistito a trasferimenti di attività in location più strategiche e con spazi espositivi più ampi. Insomma, il comparto ha retto bene all’urto della crisi, pur con mille difficoltà. Oggi gestire una gioielleria non è una cosa semplice, anche  per quanto riguarda la questione sicurezza”.