Regolamentazione di sagre e fiere e novità della Direttiva Bolkenstein, Confcommercio avvia il dialogo coi Sindaci

Regolamentazione di sagre e fiere e novità della Direttiva Bolkenstein, Confcommercio avvia il dialogo coi Sindaci

All’indomani dell’approvazione definitiva da parte della Giunta regionale delle Linee guida che regolamentano per la prima volta sagre e fiere in Lombardia, parte l’azione di Confcommercio Mantova sui Comuni virgiliani, chiamati ad emanare un regolamento comunale ad hoc e a stendere il calendario delle manifestazioni del 2017 entro il 30 novembre.

“Le Linee guida entreranno in vigore già il 9 agosto, in concomitanza con la pubblicazione della delibera sul BURL. I tempi per procedere agli adempimenti di competenza sono piuttosto ravvicinati, per questo abbiamo scritto già oggi una lettera a tutti i sindaci mantovani per avviare un dialogo operativo su questa importante novità normativa a cui la nostra Associazione ha dato un contributo rilevante – annuncia il Presidente di Fipe Confcommercio Mantova Giampietro Ferri -. In particolare, accogliendo una nostra richiesta, il provvedimento regionale dispone che i Comuni, sia nella predisposizione del regolamento in materia che in caso di eventuali modifiche o integrazioni al calendario delle Sagre, siano obbligati a consultare la Commissione comunale per il commercio su aree pubbliche, cui partecipano anche i rappresentanti delle Associazioni maggiormente rappresentative del settore somministrazione. Fipe Confcommercio Mantova si pone dunque come interlocutore naturale delle Amministrazioni Comunali, sia per partecipare alle Commissioni dedicate che per fornire supporto e consulenza in merito alla normativa”.

“Finalmente è arrivato questo provvedimento atteso da anni e per il quale Confcommercio ha messo in campo un’attività di lobbying costante e proficua – sottolinea il Presidente di Confcommercio Mantova Ercole Montanari -. Ringraziamo l’Assessore Regionale Mauro Parolini per essersi fatto promotore e regista della prima, piena regolamentazione di sagre e fiere, che punta a contrastare le forme di concorrenza sleale da parte di organizzatori improvvisati di eventi, a favorire la partecipazione degli operatori locali e a valorizzare le manifestazioni con una reale valenza per il territorio”.

“Per i Comuni non è l’unica importante novità in materia di commercio e somministrazione su area pubblica – aggiunge Montanari -. Alla luce del recepimento della Direttiva comunitaria Bolkenstein, lo scorso giugno la Regione infatti ha emanato importanti disposizioni in merito alle modalità del rilascio delle concessioni per lo svolgimento del commercio su aree pubbliche e il bando per la riassegnazione dei posteggi. Si tratta di un provvedimento che coinvolgerà numerosi operatori: attività commerciali, artigianali, di somministrazione di alimenti e bevande, edicole. L’iter si annuncia complesso, perché il rinnovo è legato a scadenze non omogenee sul territorio: per questo ci stiamo già attivando con le Amministrazioni Locali per costruire una mappa delle tempistiche, Comune per Comune, e presidiare efficacemente questa partita”.