Regolamento regionale sulle strutture extra alberghiere: finalmente regole chiare e concorrenza leale per tutti gli operatori

Regolamento regionale sulle strutture extra alberghiere: finalmente regole chiare e concorrenza leale per tutti gli operatori

 

Via libera dalla Giunta Regionale al Regolamento attuativo della nuova legge regionale sul turismo per le strutture non alberghiere, approvato lo scorso 2 agosto: il provvedimento entrerà in vigore con la pubblicazione sul BURL nei prossimi giorni e introduce importanti novità per case e appartamenti vacanza e locazioni turistiche brevi, ostelli, rifugi, B&B, foresterie e locande.

Il Regolamento regionale – sottolinea il Presidente di Federalberghi Confcommercio Mantova Gianluca Bianchi – conferma l’impianto della legge con quegli elementi che garantiscono uno scenario di concorrenza leale e trasparente, con regole chiare e certe per tutti gli operatori, a vantaggio delle imprese che operano regolarmente e dei turisti. Tra le misure più importanti ricordiamo l’estensione a tutte le tipologie ricettive, comprese le locazioni turistiche, degli adempimenti fiscali, di sicurezza, di comunicazione dei flussi e di segnalazione degli ospiti all’autorità di pubblica sicurezza, così come il divieto di pubblicità menzognera, inclusa anche l’offerta sul web; inoltre, aspetto determinante, sono state inasprite le sanzioni in caso di violazioni”.

Da segnalare alcune nuove disposizioni che contrastano le forme abusive e sommerse di ospitalità: l’obbligo per gli affitti turistici brevi di rispettare gli stessi standard qualitativi minimi e le dotazioni strutturali di case e appartamenti per vacanze; la prima colazione nei B&B, che potrà essere servita solo in caso di registrazione presso l’Asl come attività alimentare, di possesso dei requisiti igienico sanitari (compresa la formazione Haccp) e di un piano di autocontrollo; l’obbligo di contrassegni identificativi per B&B, ostelli, foresterie, locande e rifugi.

I cambiamenti radicali che hanno interessato il comparto negli ultimi anni, l’impatto dei nuovi strumenti di comunicazione dell’offerta turistica e l’avvento della sharing economy hanno richiesto un’attenta analisi e un lungo confronto – aggiunge Bianchi -. Diamo atto e merito all’assessore Mauro Parolini del positivo lavoro svolto e della costante disponibilità al dialogo. Ora finalmente l’offerta turistica mantovana e dell’intera Lombardia potrà essere tracciata e monitorata in tutte le sue forme e con la massima trasparenza, con controlli e regole certe per tutti”.