Shopper non in regola, intensificati i controlli

Shopper non in regola, intensificati i controlli

Informiamo che nell’ultimo periodo si sono intensificati i controlli da parte delle autorità competenti per verificare l’effettivo rispetto della normativa sulla commercializzazione di sacchetti di plastica non biodegradabili.

Ricordiamo che è vietata la cessione di sacchetti di plastica non conformi, anche se a titolo gratuito (ad esempio per smaltimento delle scorte) e che dal 2014 sono in vigore pesanti sanzioni per chi non rispetta la normativa, che possono variare da 2.500 a 25.000 euro, e aumentare fino a 100mila euro se la violazione riguarda quantità ingenti di sacchetti.

E’ consentita invece la commercializzazione di:

  • Sacchetti monouso biodegradabili e compostabili secondo la norma UNI EN 13432:2002;
  • Shopper riutilizzabili che rispettano precisi requisiti di spessore (200 micron per i sacchi con maniglia esterna destinati all’uso alimentare; 100 micron per i sacchi con maniglia esterna non destinati all’uso alimentare; per i sacchi senza manici esterni, 100 micron se destinati all’uso alimentare, 60 micron se non destinati all’uso alimentare).

Invitiamo tutte le imprese a verificare con il proprio fornitore il pieno rispetto della normativa.