Welcome to Mantova: operatori a convegno per rilanciare l'accoglienza turistica in vista di Expo

Welcome to Mantova: operatori a convegno per rilanciare l'accoglienza turistica in vista di Expo

Albergatori, guide turistiche, titolari di pubblici esercizi e negozi: era composta così la numerosa platea del seminario di formazione turistica ‘Welcome to Mantova’ promossa da Confcommercio Mantova lunedì 13 aprile presso il Centro di Formazione di Porto Mantovano.
Un’occasione, organizzata nell’ambito delle iniziative di promozione del Distretto dell’attrattività di Mantova, per approfondire la conoscenza del nostro patrimonio storico, artistico, naturale ed enogastronomico, con un occhio ad Expo e alle esigenze dei turisti. “Se vogliamo sfruttare questa straordinaria opportunità occorre perfezionare la nostra capacità di accoglienza turistica, anche formando gli operatori commerciali ogni giorno a contatto coi visitatori a “vendere” il nostro territorio, raccontandolo in maniera efficace e accattivante”, hanno sottolineato nella loro introduzione il Presidente di Confcommercio Mantova Ercole Montanari e il Presidente di Fipe-Confcommercio Mantova Giampietro Ferri, che hanno aperto il workshop.
Il Presidente della Provincia di Mantova Alessandro Pastacci ha poi illustrato le iniziative messe in campo dal Sistema Mantova per Expo, articolate in sei filoni tematici – uno per ciascun mese dell’esposizione -, mentre Emanuela Medeghini del Comune di Mantova. ha presentato il calendario degli eventi che si svolgeranno in città dal 1 maggio al 31 ottobre, tutti raccolti in una pubblicazione, in cui i turisti potranno trovare “una nuova proposta ogni settimana per tutta la durata di Expo”.
“Il problema principale della nostra provincia è che abbiamo tanto, forse troppo, e tutto frammentato”: questo il grido di allarme lanciato dalle Guide Rigoletto associate a Confcommercio, salite in cattedra nell’ultima parte del confronto, “tanto è che si corre il rischio, non avendo un marchio unico, di venire inglobati da realtà vicine: è successo così per Sabbioneta e le colline moreniche, che spesso vengono inglobati in percorsi turistici che poi portano a Parma o Cremona (per la piccola Atene) o sul lago di Garda (per l’Alto mantovano) , bypassando di fatto la nostra città.
In evidenza anche il tema dell’enogastronomia con l’intervento del giornalista, esperto del settore food, Luca Ghirardini, che  ha ripercorso le tappe fondamentali della cucina mantovana, famosa in tutto il mondo, dai Gonzaga a TripAdvisor.

11127574_827312560676415_7634746680394254255_n