Imposta di soggiorno a Monzambano, Confcommercio al lavoro per definire osservazioni e proposte

Imposta di soggiorno a Monzambano, Confcommercio al lavoro per definire osservazioni e proposte

Confcommercio Mantova sta partecipando in maniera attiva alla fase di definizione dell’imposta di soggiorno nel comune di Monzambano, che sarà introdotta a partire dal 2018.

"Sarebbe stato utile un maggior coinvolgimento delle associazioni di categoria e degli operatori turistici prima dell’approvazione del regolamento, per darci modo di contribuire in maniera fattiva alla sua stesura - è il commento dell'associazione - In questi mesi, infatti, abbiamo partecipato ai vari confronti con il Comune di Mantova, anch’esso intenzionato a introdurre l’imposta a partire dal prossimo anno, raccogliendo contestualmente dagli operatori spunti, esigenze e suggerimenti. Un patrimonio di conoscenze e indicazioni preziose cui poter attingere. 

Abbiamo letto con molta attenzione il testo del documento approvato dal consiglio, riscontrando alcuni punti positivi, come, ad esempio, la previsione dell’esonero dal pagamento dell’imposta nei periodi di bassa stagione, ma anche possibili margini di miglioramento. Abbiamo avviato un confronto con i proprietari delle strutture ricettive con sede a Monzambano nostre associate, per raccogliere valutazioni e osservazioni da condividere con l’Amministrazione. Tra queste, la richiesta di una differenziazione delle tariffe in base alla tipologia di struttura ricettiva, ma anche l’esenzione dal pagamento dell’imposta per soggiorni prolungati”.

A breve il prossimo incontro con il Comune.