Ipotesi di un nuovo hotel a Mantova da 100 camere: Federalberghi-Confcommercio Mantova scettica

Ipotesi di un nuovo hotel a Mantova da 100 camere: Federalberghi-Confcommercio Mantova scettica

 

"Da parte nostra non c’è alcuna preclusione al progetto avanzato dal sindaco Palazzi di realizzare un nuovo hotel da 100 stanze, soprattutto se questo intervento ha l’obiettivo di sviluppare i flussi turistici in entrata – dichiara il presidente di Federalberghi-Confcommercio Mantova Gianluca Bianchi – Abbiamo però alcune perplessità in merito. Non dimentichiamo infatti che già esiste, alle porte della città, una struttura dotata di quasi 100 stanze, in grado di ospitare circa 200 persone contemporaneamente. Non troviamo poi, nell’andamento del mercato turistico, un’esigenza così forte: a Ferragosto tutto il comparto ricettivo della città e dell’hinterland ha registrato un calo sensibile delle presenze, solo in parte riconducibile alle elevate temperature estive. Nello stesso periodo, infatti, Milano, con un’offerta culturale attrattiva, è riuscita a richiamare moltissimi visitatori e ha registrato un boom di presenze. Infine – conclude Bianchi – dobbiamo tener presente che un albergo di tali dimensioni, per riuscire a far quadrare i conti, deve mantenere, in maniera costante, una soglia minima di occupazione delle camere disponibili. In altre parole, quelle 100 stanze vanno riempite per buona parte dell’anno, non solo sporadicamente, e ciò, data la situazione del turismo a Mantova e tenendo conto dell’attuale tasso medio di occupazione delle camere, richiederà un importante sforzo di promozione”.